21 dicembre 2016

Peace Trail: classifiche e bollettino Metacritic

Come al solito diamo un'occhiata al piazzamento in classifica del nuovo album, Peace Trail, che purtroppo continua a ricevere recensioni medio-basse. La media di Metacritic è appena 5.7, calcolata su 18 recensioni (5 recensioni positive, 11 medie/indifferenti e 2 negative). Solo Are You Passionate? ha un punteggio più basso (5.4), ma per quanto riguarda i punteggi assegnati dal pubblico, il più basso ad oggi è Peace Trail (addirittura 3.5). Le vendite risentono senza dubbio di questo affossamento ma in generale sono in linea con l'andamento dei dischi nuovi di Young, purtroppo lontane dai fasti delle classifiche natalizie. In USA le copie vendute all'uscita sono il doppio rispetto a quelle di Earth (che però era un live), meno di quelle di The Monsanto Years del 2015, ma anche lievemente superiori a quelle di Storytone del 2014. Tutti i dischi precedenti (incluso A Letter Home) hanno totalizzato vendite maggiori.


Ultimo aggiornamento: 22/01/17
WORLDWIDE Top 50 Musicharts (date of entry 15.12.2016): 44 (34.900)-out
U.S.A. Top 200 Billboard (date of entry 31.12.2016): 76-out
U.S.A. Top 200 Album Sales Billboard (date of entry 31.12.2016): 50 (11.270)-134 (5.654) [16.924]-out-out-139 (1.642)
U.S.A. Top 100 Current Billboard: (date of entry 31.12.2016): 44-98-out-out-out-96
U.S.A. Top 25 Internet Billboard (date of entry 31.12.2016): 17-out
U.S.A. Top 25 Folk/Americana Billboard (date of entry 31.12.2016): 3-4-6-9-6
U.S.A. Top 50 Rock Albums Billboard (date of entry 31.12.2016): 8-18-30-37-25
U.S.A. Top 25 Tastemaker Billboard (date of entry 31.12.2016): 5-7-16-17-18
CANADA Top 100 Billboard Canadian Albums (date of entry 31.12.2016): 72-out
AUSTRIA Top 75 (date of entry 50-2016): 27-out-out-out-out-32
BELGIUM - FLANDERS Top 200 (date of entry 17.12.2016): 30-60-62-73-70-81
BELGIUM - WALLONIE Top 200 (date of entry 17.12.2016): 61-100-138-199-out-131
CROATIA Top 40 International (date of entry 51-2016): 27-out
CZECH REPUBLIC Top 100 (date of entry 50-2016): 99-out
DENMARK Top 40 Vinyl (date of entry 18.01.2017): 3
FRANCE Top 200 Physical (date of entry 09.12.2016): 54-66-96-92-102-122
FRANCE Top 200 Download (date of entry 09.12.2016): 17-47-83-79-127-out
GERMANY Top 100 (date of entry 16.12.2016): 23-80 (2.144)-out-out-34
IRELAND Top 100 (date of entry 16.12.2016): 58-out
ITALY Top 100 (date of entry 15.12.2016): 75 (370)-out-out-out-out-82
ITALY Top 20 Vinyl (date of entry 20.01.2017): 9
NETHERLANDS Top 100 (date of entry 17.12.2016): 23-70-out-out-91
NETHERLANDS Top 100 CombiAlbum (date of entry 17.12.2016): 28-98-out
NORWAY Top 40 (date of entry 50-2016): 36-out
ROMANDIA Top 50 (date of entry 18.12.2016): 17-42-out
SCOTLAND Top 100 (date of entry 16.12.2016): 41-out-out-out-93-out
SPAIN Top 100 (date of entry 15.12.2016): 82-out
SWEDEN Top 60 (date of entry 16.12.2016): 14-out-out-out-52-out
SWEDEN Top 20 Physical (date of entry 16.12.2016): 11-out-out-out-6-out
SWEDEN Top 10 Vinyl (date of entry 13.01.2017): 1-out
SWITZERLAND Top 100 (date of entry 18.12.2016): 24-78-out
U.K. Top 200 (date of entry 16.12.2016): 57 (4.945)-185-out-out-196
U.K. Top 100 Download (date of entry 16.12.2016): 73-out
U.K. Top 100 Album Sales (date of entry 16.12.2016): 49-out
U.K. Top 100 Physical (date of entry 16.12.2016): 48-out
U.K. Top 40 Vinyl (date of entry 13.01.2017): 12-out
U.K. Top 40 Record Store (date of entry 16.12.2016): 18-out-out-out-9-30
WALES Top 100 (date of entry 16.12.2016): 59-out
JAPAN Top 300 Oricon (date of entry 19.12.2016): ???-97-???-???-???-out
JAPAN Top 30 International Oricon (date of entry 26.12.2016): 23-out
AUSTRALIA Top 100 (date of entry 19.12.2016): 52-117-out
AUSTRALIA Top 50 Digital (date of entry 19.12.2016): 38-out
AUSTRALIA Top 100 Physical (date of entry 19.12.2016): 56-out
NEW ZEALAND Heatseekers Top 10 (date of entry 19.12.2016): 1-out
ISRAEL Top 30 Musicaneto (date of entry 18.12.2016): 5-out-out-out-3

(in aggiornamento)
Grazie a Luca "Borderwolf" Vitali



12 dicembre 2016

Neil Young ancora in studio: un nuovo album nel 2017?


Nell'ultima intervista a Neil Young, realizzata da Mother Jones (e che presto potrete leggere, insieme ad altre interviste, tradotta in esclusiva per Rockinfreeworld!!), il folk-rocker-attivista che ha appena dato alle stampe Peace Trail ha dichiarato di "aver deciso di trascorrere un po' di tempo in studio, almeno finché non termino il disco a cui sto lavorando ora. Dovrò fare due, tre o quattro sessions simili a quelle che ho fatto per Peace Trail, e avrò finito il disco. Ma sono partito bene e potrei finire anche prima. Chi lo sa?"
Sembra proprio che avremo un nuovo album di Young nel 2017. E magari non sarà l'unico.


27 novembre 2016

Classifiche degli album 2016 di Crosby, Nash e Stills (The Rides)

Diamo uno sguardo ai piazzamenti in classifica dei dischi usciti quest'anno di David Crosby (insieme a Michael League), Graham Nash (insieme a Shane Fontayne) e Stephen Stills (insieme a Goldberg e Shepherd nella band The Rides). Per approfondire ogni album basta cliccare sul titolo. Tra parentesi sono indicate, dove reperibili, le copie vendute. Un sontuoso grazie, come sempre, a Luca "Borderwolf" Vitali.

Lighthouse (David Crosby)
Belgium (Flanders): 151-out-152-159-out
Belgium (Wallonie): 129-167-121-out
Croatia: 32-9-out
France: 154-out
Italy: 56-out
Netherlands: 91-out
Scotland: 67-out
U.K.: 109-out
U.S.A.: 117-out (7.300)

Pierced Arrow (The Rides)
Belgio (Fiandre): 140-114-out-197-out
Belgio (Vallonia): 143-out
France: 161-out-216-out
Germania: 35-89-87-115-out
Olanda: 91-out
Svizzera: 51-84-out
U.K.: 114-out
U.S.A.: 152 (3.774)-out

This Path Tonight (Graham Nash)
Belgio (Fiandre): 43-50-68-81-102-133-78-125-144-out
Belgio (Vallonia): 63-100-122-183-out-197-out
Francia: 108-196-out
Germania: 48-out
Italia: 34-97-out
Norvegia: 27-out
Olanda: 22-40-out
Spagna: 69-out
Svezia: 58-out
Svizzera: 57-out
U.K.: 41 (2.044)-out-186-out
U.S.A.: 93 (7.144)-out
Worldwide: 33 (18.000)-out


14 novembre 2016

Neil Young appare a sorpresa per la protesta a Standing Rock, Dakota

Per il suo 71° compleanno, il 12 novembre scorso, Neil Young si è "regalato" (o per meglio dire, ha regalato ai fortunati presenti) un'apparizione a sorpresa durante una manifestazione di protesta a Standing Rock, in Dakota, luogo dove molti attivisti si sono riuniti per cercare di impedire l'installazione di un oleodotto. Neil ha suonato chitarra e armonica girovagando in mezzo alla gente.
Un breve filmato è apparso sulla pagina Facebook ufficiale di Young, mentre su Youtube è possibile vedere un altro video girato da uno dei presenti (lo trovate qui sotto). Questa protesta atta a preservare il territorio dei Nativi Americani è al centro della canzone "Indian Givers", uscita qualche settimana fa in anteprima (sarà sul nuovo album Peace Trail).




5 novembre 2016

La musica di Neil Young di nuovo disponibile in streaming su Spotify e iTunes

Il catalogo musicale di Neil Young è di nuovo disponibile su Apple Music, Spotify, Deezer e molti altri servizi di streaming online, dopo un anno di assenza. Young aveva inizialmente deciso di non concedere la propria musica per la bassa qualità dello streaming, concedendosi solo alla piattaforma Tidal, servizio che garantisce una qualità più alta, oltre ovviamente a Pono, il player-toblerone ad alta definizione da lui voluto e prodotto (ma dallo scarso successo commerciale).
E con l'occasione, su Spotify è ora presente l'anteprima della canzone "Peace Trail" che dà il titolo all'album di inediti in uscita il 9 dicembre prossimo.


27 ottobre 2016

Peace Trail, il nuovo album di Neil Young a dicembre

Il 2 dicembre uscirà il nuovo album di Neil Young, Peace Trail

1. Peace Trail
2. Can’t Stop Workin’
3. Indian Givers
4. Show Me
5. Texas Rangers
6. Terrorist Suicide Hang Gliders
7. John Oaks
8. My Pledge
9. Glass Accident
10. My New Robot


Secondo il comunicato stampa ufficiale, l'album è in prevalenza acustico, un approccio intimo e minimalista che mira a portare l'ascoltatore dritto al cuore delle canzoni, incentrate sui temi umanitari ormai tipici di Young. E' stato registrato agli Shangri-la Studios di Rick Rubin insieme ai musicisti Jim Keltner (batteria) e Paul Bushnell (basso), ed è prodotto da Young insieme al fedele John Hanlon.
Il sound potrebbe quindi ricordare alcuni lavori "desolati" del passato come On The Beach o il lato A di Hawks & Doves. "Indian Givers", uscita in anteprima il mese scorso su youtube, è uno scarno blues semplice e accattivante (qui il video). 7 di queste canzoni sono state ascoltate in anteprima durante le recenti date del Rebel Content Tour USA con i Promise of the Real, e almeno "Peace Trail" è di grande atmosfera.


24 ottobre 2016

Neil Young al Bridge Benefit Concert 2016: setlist e video

Ecco le setlist e i link ad alcuni video delle serate Bridge Benefit School Concert 2016.

22 Ottobre

Solo:
1.    Blowin' In The Wind (cover di Dylan)

Come ospite:
2.    Believe (di e con Nils Lofgren)
3.    Helpless (con My Morning Jacket)
4.    Don't Be Denied (con Norah Jones)
5.    Forever Young (cover di Dylan, con Roger Waters)
6.    Mr. Soul (con Metallica)


Set con i Promise of the Real:
7.    Peace Trail
8.    Out On The Weekend
9.    Show Me
10.    Comes A Time
11.    Neighborhood (Terrorist)
12.    Only Love Can Break Your Heart
(con Nils Lofgren) 
13.    Piece Of Crap (con Nils Lofgren)
 14.    Are There Any More Real Cowboys? (con Nils Lofgren e Willie Nelson)
15.    On The Road Again
(con Nils Lofgren e Willie Nelson)
 16.    Rockin' In The Free World

23 ottobre

Solo:
1.    Blowin' In The Wind (cover di Dylan)

Come ospite:
2.    Believe (con Nils Lofgren)
3.    Helpless (con My Morning Jacket)
4.    Don't Be Denied (con Norah Jones)
5.    Forever Young (cover di Dylan, con Roger Waters)
6.    Mr. Soul (con Metallica)


Set con i Promise of the Real:
7.    Peace Trail
8.    Human Highway
9.    Indian Givers
10.    Texas Rangers
11.    Western Hero
12.    John Oaks
13.    Piece Of Crap (con Nils Lofgren)
14.    Are There Any More Real Cowboys? (con Willie Nelson e Nils Lofgren)
15.    On The Road Again (con Willie Nelson e Nils Lofgren)
16.    Rockin' In The Free World 



10 ottobre 2016

Esce in vinile il box Official Release Series 8.5-12 con 5 album

In attesa che giunga voce del nuovo album, dopo le 7 canzoni inedite emerse negli show di questo mese, è arrivata intanto la notizia dell'imminente pubblicazione (il 25 novembre prossimo, vedi Amazon.com) del box set in vinile Official Release Series 8.5-12, il terzo della serie. I dischi inclusi saranno cinque questa volta: Long May You Run, American Stars & Bars, Comes A Time, Rust Never Sleeps e Live Rust. Il preordine è già disponibile.
Che l'uscita faccia da apripista al fatidico Archives Vol.2? Incrociamo le dita...

2 ottobre 2016

Neil Young debutta 5 nuove canzoni nei concerti a Telluride

Neil Young + Promise Of The Real si sono esibiti per due concerti a Telluride, Colorado, il 30 settembre e il 1° ottobre. A riprova che il rocker canadese non smette di sorprendere e produrre, mai rassegnandosi a concerti "amarcord" ma sempre mettendo in gioco nuovo materiale, queste due serate hanno visto il debutto di ben 5 nuove canzoni, il che fa pensare a un nuovo album in lavorazione. Una delle canzoni, "Indian Givers", giorni addietro è stata già rilasciata in rete con un videoclip, e si tratta di una protest-song contro gli oleodotti in territorio indiano. I titoli provvisori delle altre canzoni apparse per la prima volta sono: "Texas Rangers", "Hang Gliders", "Show Me" e "Peace Trail" (quest'ultima, a detta di alcuni report dei fan presenti al Telluride, sarebbe la migliore delle nuove produzioni).
Accanto ai nuovi brani, seguendo la linea delle setlist del tour europeo della scorsa estate, Neil ha suonato vecchie glorie come "Cortez The Killer", "When You Dance", "Don't Be Denied", "Walk On", "Winterlong" e altre, rinvigorite dal sound dei POTR, oltre ai classici brani acustici come "Human Highway", "Out On The Weekend", "Mother Earth", "After The Gold Rush" e altri. Qui le setlist complete.
Aggiornamento: nei concerti successivi sono apparse altre due canzoni nuove, "Glass Accident (Warning Sign)" e "John Oakes", portando così il totale degli inediti a 7.



25 settembre 2016

Rust Never Sleeps (film) in classifica

Dopo l'uscita in edizione restaurata e in alta definizione, ecco i piazzamenti in classifica nel mondo di Rust Never Sleeps, il celebre film concerto del 1979 di Neil Young & Crazy Horse.
Come sempre ringraziamo Luca 'Borderworlf' Vitali.

U.S.A. Top 50 Billboard (date of entry 23.07.2016): 1-8-11-8-12-15-19-18-out
BELGIUM - FLANDERS Top 10 (date of entry 09.07.2016): 5-6-4-out-11-10-out-out-out-out-6-out
BELGIUM - WALLONIE Top 10 (date of entry 09.07.2016): 3-2-7-5-out-out-out-out-7-out
FRANCE Top 40 (date of entry 05.09.2016): 37-40
GERMANY Top 20 (date of entry 08.07.2016): 8-18-14-out
NETHERLANDS Top 30 (date of entry 23.07.2016): 18-27-23-out-out-out-23-out
SWEDEN Top 20 (date of entry 15.07.2016): 12-out-13-12-out-11-out-20-16-out
SWITZERLAND Top 10 (date of entry 10.07.2016): 5-6-out-9-out-out-6-5-out
U.K. Top 50 (date of entry 09.07.2016): 6-9-19-22-27-34-33-35-out

(aggiornate al 21/09/2016)


19 settembre 2016

Farm Aid e Outlaw Festival: setlist e video di Neil Young + POTR

Neil Young e i Promise of the Real si sono esibiti all'annuale Farm Aid, sabato 17 settembre, poi all'Outlaw Music Festival, domenica 18. Ecco le setlist e i link ai video ufficiali del Farm Aid.

2016-09-17, Jiffy Lube Live, Bristow, Virginia, USA
Farm Aid 2016
1.    Heart Of Gold
2.    Out On The Weekend
3.    Human Highway
4.    Harvest Moon
5.    Are There Any More Real Cowboys? (con Willie Nelson)
6.    Powderfinger
7.    Rockin' In The Free World


2016-09-18, Montage Mountain, Scranton, Pennsylvania, USA
Outlaw Music Festival
1.    Heart Of Gold
2.    Out On The Weekend
3.    Unknown Legend
4.    Human Highway
5.    Harvest Moon
6.    Hold Back The Tears
7.    Powderfinger
8.    Welfare Mothers
9.    Cowgirl In The Sand
10.    Everybody Knows This Is Nowhere
11.    Cortez The Killer
12.    F*!#in' Up
13.    Rockin' In The Free World


 

17 settembre 2016

Indian Givers, nuova protest-song di Neil Young

Istant-song e protest-song: "Indian Givers" è stata scritta e registrata in due settimane, e rilasciata ieri in rete con un video. In questa canzone, che prosegue la lunga lista di protest-song dell'ultimo decennio, Neil Young si schiera dalla parte dei Nativi Americani contro l'installazione di oleodotti petroliferi nel Dakota. In particolare fa riferimento all'arresto di un nativo (soprannominato Happy) che si era legato agli oleodotti per protestare. Il brano ha un sound blues a metà tra Greendale e Fork In The Road.


There’s a battle raging on the sacred land
Our brothers and sisters have to take a stand 

Against us now for what we all been doing 
On the sacred land there’s a battle brewing
I wish somebody would share the news
Now it’s been about 500 years
We keep taking what we gave away 

Just like what we call Indian givers 
It makes you sick and gives you shivers
I wish somebody would share the news
Big money going backwards and ripping the soil
Where graves are scattered and blood was boiled 

When all who look can see the truth 
But they just move on and keep their groove
I wish somebody would share the news
Saw Happy locked to the big machine
They had to cut him loose and you know what that means

 That’s when Happy went to jail 
Behind big money justice always fails
I wish somebody would share the news
Bring back the days when good was good
Lose these imposters in our neighborhood 

Across our farms and through our waters
 All at the cost of our sons and daughters
Our brave songs and daughters
We're all here together fighting poison waters 

Standing against the evil way 
That’s what we have at the end of day
I wish somebody would share the news

1 settembre 2016

Archives 2 è vicino, pronti anche 6-7 film inediti... parola di Elliot Roberts

"Neil possiede un'intera serie di film realizzati nel corso degli anni per la Shakey Films", racconta Elliot Roberts, manager di Neil Young, a Billboard in un'intervista di questi giorni. "Molti di essi non hanno mai avuto una vera occasione di vedere la luce. O [Neil] andava in tour o cominciava a fare un nuovo album o passava a quello dopo. Ma ne abbiamo sei o sette, di lungometraggi, che usciranno nel corso dei prossimi due anni. Questi [Rust Never Sleeps e Human Highway, restaurati e ripubblicati in alta definizione quest'anno, ndt] sono in effetti soltanto i primi due."
Quali sono questi film? Roberts parla della pellicola di Hal Ashby sul Trans Tour solista del 1982/83 (uscita nel 1984 su Laserdisc con il titolo di Solo Trans), una di Tim Pope che documenta uno dei primi concerti di Young in Inghilterra, e l'intera versione di Greendale del 2003 (ma non è chiaro se si riferisce al film o al filmato del tour con gli attori sul palco, di cui si può vedere un brano nei contenuti extra del dvd del film).
Anche Archives Vol.2, dice Roberts, è ormai completato e dovrebbe vedere la luce nel 2017. Ma d'altra parte non è la prima volta che viene dato per imminente, quindi... si vedrà. Inoltre, in una recente intervista apparsa su Rolling Stone, Neil dichiarava che il progetto Archives cambierà ancora forma: "avremo un sito web che coprirà qualcosa come 60 anni di musica in ordine cronologico, con dei link che vi porteranno nei miei archivi per ascoltare la musica in alta risoluzione". La cosa per ora non ha avuto seguito... Staremo a vedere anche su questo. C'è solo da sperare che i formati cd e bluray non vengano abbandonati: sarebbe un peccato che il primo "scatolone" (uscito ben 7 anni fa) restasse figlio unico!


22 agosto 2016

Earth Train: le foto del metrò dipinto voluto da Neil Young

[...] In collaborazione con Tidal, la piattaforma streaming gestita da musicisti che offre musica in digitale ad alta qualità audio, Neil Young ha ideato e offerto ai newyorkesi quello che è già stato soprannominato l’Earth Train – il treno della Terra – per un’esperienza di viaggio unica e decisamente rilassante. Dal 15 al 31 luglio, così, i vagoni della navetta “S” della metropolitana di New York saranno ricoperti con immagini di alberi, terra, acqua, nuvole e ospiteranno una serie di eventi, sia musicali che informativi su tematiche ambientali, che il cantante ha deciso di condividere con i viaggiatori. [...]
da Lifegate

Ecco le immagini dell'Earth Train! E voi ci avete fatto un giro?


21 agosto 2016

David Crosby in tour in USA per il nuovo album Lighthouse

David Crosby, 75 anni appena compiuti, il 18 agosto ha intrapreso il Solo Tour che lo porterà in giro per gli States per un mese di concerti. La prima setlist ha visto molti classici del suo repertorio,  qualche pezzo nuovo ("What Makes It So" e "Somebody Home") e la rara "Dream For Him" che incise nel 2000 con CSNY.
Il nuovo album, Lighthouse (leggi qui dettagli e tracklist), uscirà il 21 ottobre ed è disponibile in preordine.
Ecco la scaletta completa del primo concerto, svoltosi a South Orange, New Jersey.
  1. Tracks in the Dust
  2. The Lee Shore
  3. Naked in the Rain
  4. For Free
  5. Dream for Him
  6. Triad
  7. Thousand Roads
  8. Delta
  9. Morrison
  10. Carry Me
  11. What Are Their Names
  12. What Makes it So
  13. Somebody Home
  14. Laughing
  15. Deja Vu
  16. Guinevere
  17. Cowboy Movie 

19 agosto 2016

Escono in vinile Time Fades Away, On The Beach, Tonight's The Night e Zuma

Dopo il cofanetto Official Release Series discs 5-8 uscito per il Record Store Day 2014 (vedi la nostra vecchia news), i tre album della "Ditch Trilogy" più Zuma saranno disponibili anche singolarmente a partire dal 9 settembre prossimo (ma è disponibile anche il cofanetto per chi li volesse tutti insieme). Ricordiamo in particolare che Time Fades Away non è mai stato riedito dopo la sua uscita nel 1973 e l'attuale ristampa del vinile resta l'unica edizione sul mercato (nonostante esista una petizione su internet da molti anni e con migliaia di firme, l'edizione HD-CD non è mai stata pubblicata pur essendo stata realizzata... e di fatto la si trova in rete!).
A questo link (segnalato da Luca "Borderwolf" Vitali che ringraziamo) potete leggere ulteriori dettagli e anche un'utilissima comparazione dei prezzi sui vari Amazon internazionali (già disponibile il preordine).
Qui invece l'inserzione Amazon del cofanetto con le immagini di tutte le grafiche dei vinili. Il prodotto è interessante e si presenta come il primo volume (Official Release Series 1-4). Presenta tuttavia un piccolo difetto legato alla debole presa della colla che tiene insieme a stento le due parti della custodia di Tonight's The Night, segnalato in gran parte delle recensioni e che confermiamo.


29 luglio 2016

Rebel Content Tour Europa 2016: tiriamo le somme

Potevano, Neil Young e i Promise of the Real, superare se stessi e fare un tour ancora migliore di quello americano dell'anno scorso? Sì, potevano, e lo hanno fatto. Il tour europeo dell'estate 2016 ha visto la band in una forma ancor più smagliante e il “comandante” Neil ancor più a suo agio nel suonare con i fratelli Nelson, figli del mitico Willie che in Europa ha fatto graditissima apparizione, e il resto della band.
Tanta la varietà: 71 canzoni diverse in 33 concerti (includendo anche le prime date "di riscaldamento" in USA). Tra queste nessun'inedita ma un debutto assoluto live ("Tumbleweed") e molte rarità, tra cui alcune che non si sentivano dagli anni 70, 80 o 90: “Saddle Up The Palomino”, “After The Garden”, “Like An Inca”, “I've Loved Her So Long”, “Razor Love”, “Revolution Blues”, “Pocahontas”, “One Of These Days”, “Don't Be Denied”, “Change Your Mind”, “Hold Back The Tears”, “Tumbleweed” e “Are There Anymore Real Cowboys”, quest'ultima cantata in coppia con Willie Nelson in diverse date del tour. QUI potete vedere una tabella con l'intero repertorio eseguito nel Rebel Content Tour 2016.
Spettacolari anche i quattro concerti italiani di cui abbiamo parlato in questo articolo (con setlist, rassegna fotografica e stampa).
Per chi vuole riascoltare alcune delle serate, il sito Guitars101 offre un ricco scaffale di bootleg la cui qualità, nella maggior parte dei casi, è molto buona o eccellente (annoveriamo in particolare i concerti di Leeds, Berlino, Amsterdam e la nostra Lucca, sia nella versione audience che in quella derivata dalla trasmissione radiofonica di Radio2, sebbene in quest'ultima si sentano i commenti degli speaker tra una canzone e l'altra).
Durante il tour è uscito il live album Earth che racchiude alcune vivaci performance tratte dal tour 2015 (anche qui le rarità non mancano: "Western Hero", "Hippie Dream", "Vampire Blues").
Infine, sulla nostra pagina facebook Neil Young Italia abbiamo creato gli album delle foto del pubblico che ci sono state inviate. Complimenti per i bei scatti e grazie!
Le prossime tappe di Neil+Promise saranno il Farm Aid a settembre e alcuni festival in USA a ottobre, tra cui il Telluride.

foto di Luca Vitali
foto di Maurizio Ravi

21 luglio 2016

Lighthouse, il nuovo album di David Crosby: cover, tracklist e anteprima

David Crosby pubblicherà il prossimo ottobre un nuovo album, Lighthouse (“Faro”), prodotto e scritto insieme a Michael League degli Snarky Puppy, celebre band di jazz, progressive rock e fusion. “Quando ci siamo seduti a casa mia abbiamo scritto tre canzoni in tre giorni. Credo che l'unica altra persona nella mia vita che sia stata capace di collaborare con me in modo così eccellente è mio figlio James [Raymond]. Amo comporre insieme a qualcun altro perché l'altro pensa sempre a qualcosa che a te non viene in mente.” dice Crosby nella sua ultima intervista.
L'album arriva dopo appena due anni da Croz, una velocità insolita per David. “Ho sempre scritto a momenti alterni, ma negli ultimi due anni ho avuto un'inspiegabile impennata. Probabilmente l'ondata creativa più densa e lunga che abbia mai avuto, che a questo punto nella vita è un miracolo. Non so spiegare come mai ma ne sono felice. Sono davvero felice. Forse è questa la chiave di tutto.”
Da qualche giorno è disponibile in anteprima su Youtube “Things We Do For Love” tratta dall'album. Tra le altre canzoni del disco abbiamo avuto occasione di sentire dal vivo recentemente “What Makes It So” e “Somebody Other”. A detta di David, l'album “potrebbe essere il mio miglior lavoro”.
Ma Crosby è inarrestabile perché, a quanto pare, è già al lavoro su un altro album! E per supportare Lighthouse, andrà in tour negli States a fine agosto e per tutto l'autunno (vi terremo aggiornati).


Tracklist di Lighthouse
  1. Things We Do For Love
  2. The Us Below
  3. Drive Out To The Desert
  4. Look In Their Eyes
  5. Somebody Other Than You
  6. The City
  7. Paint You A Picture
  8. What Makes It So
  9. By The Light Of Common Day

6 luglio 2016

Earth: classifiche e bollettino Metacritic

Il nuovo album di Neil Young + Promise Of The Real ha ricevuto un'accoglienza positiva o molto positiva, come avrete già potuto leggere (e se non lo avete fatto, rimediate subito!) nelle nostre recensioni internazionali e nella rassegna stampa italiana (questa, a dirla tutta, un po' più freddina...).
Metacritic, il sito web che fa la media delle recensioni dei maggiori portali internazionali, assegna a Earth al momento dell'uscita un buon voto: 7 (su un totale di 12 recensioni, 9 positive e 3 medie, 0 invece quelle negative). Tanto per fare un confronto, The Monsanto Years si aggiudica un misero 6,1 su oltre 30 recensioni.
A un mese circa dall'uscita, Metacritic raccoglie 15 recensioni con un aumento di quelle medie, scendendo così il voto complessivo a 6,6. Ma nessuna recensione negativa.
Diamo uno sguardo ai posizionamenti in classifica e alle vendite di Earth (aggiornate al 27 agosto 2016). Ringraziamo come di consueto Luca 'Borderworlf' Vitali.

WORLDWIDE Top 50 Musicharts (date of entry 30.06.2016): 26 (25.800)-out
U.S.A. Top 200 Billboard (date of entry 16.07.2016): 138-out
U.S.A. Top 200 Album Sales Billboard (date of entry 16.07.2016): 44 (5.360)-170 (1.840) [7.200]-out
U.S.A. Top 100 Current Billboard (date of entry 16.07.2016): 38-out
U.S.A. Top 25 Vinyl Billboard (date of entry 03.09.2016): 22
U.S.A. Top 25 Folk/Americana Billboard (date of entry 16.07.2016): 6-13-17-21-24-24-out-17
U.S.A. Top 50 Rock Albums Billboard (date of entry 16.07.2016): 12-38-out
U.S.A. Top 25 Tastemaker Billboard (date of entry 16.07.2016): 6-13-out
AUSTRIA Top 75 (date of entry 08.07.2016): 9-40-75-out-54-out-out-21
BELGIUM - FLANDERS Top 200 (date of entry 02.07.2016): 18-66-55-66-83-112-121-161-112
BELGIUM - WALLONIE Top 200 (date of entry 02.07.2016): 38-91-96-123-142-out-out-179-out
CROATIA Top 40 International (date of entry week 27.2016): 21-36-out
DENMARK Top 20 Vinyl (date of entry 17.08.2016): 14-1
FINLAND Top 50 (date of entry week 26.2016): 32-out
FRANCE Top 250 (date of entry 24.06.2016): 29-127-188-235-out-out-out-250-250
FRANCE Top 200 Physical (date of entry 24.06.2016): 22-76-109-137-147-178-189-168-129
GERMANY Top 100 (date of entry 01.07.2016): 10-41-74-71-60-115-out-13-out
GERMANY Top 100 Combined (date of entry 01.07.2016): 18-?-?-?-?-out
GREECE Top 75 (date of entry week 29.2016): 59-54
IRELAND Top 100 (date of entry 01.07.2016): 27-out
ITALY Top 100 (date of entry 01.07.2016): 33-64-76-69-out
NETHERLANDS Top 100 (date of entry 02.07.2016): 30-71-77-out
NETHERLANDS Top 100 CombiAlbum (date of entry 02.07.2016): 42-out
NORWAY Top 40 (date of entry week 26.2016): 30-out
ROMANDIA Top 50 (date of entry 03.07.2016): 19-out-47-33-out
SCOTLAND Top 100 (date of entry 01.07.2016): 9-49-98-out-out-out-out-90-out
SPAIN Top 100 (date of entry 30.06.2016): 49-98-out
SWEDEN Top 60 (date of entry 01.07.2016): 40-out
SWEDEN Top 10 Vinyl (date of entry 19.08.2016): 3-out
SWITZERLAND Top 100 (date of entry 03.07.2016): 14-79-91-80-out-out-out-96
U.K. Top 200 (date of entry 01.07.2016): 14 (4.172)-114-out
U.K. Top 100 Album Sales (date of entry 01.07.2016): 11-66-out
U.K. Top 100 Physical (date of entry 01.07.2016): 10-43-78-out-out-out-out-81-out
U.K. Top 40 Vinyl (date of entry 19.08.2016): 5-out
U.K. Top 40 Record Store (date of entry 01.07.2016): 4-13-out-out-out-out-out-23-out
WALES Top 100 (date of entry 01.07.2016): 13-69-out
AUSTRALIA Top 100 (date of entry 04.07.2016): 37-82-120-out
AUSTRALIA Top 100 Physical (date of entry 04.07.2016): 22-49-68-91-out
NEW ZEALAND Heatseekers Top 10 (date of entry 04.07.2016): 2-out
ISRAEL Top 30 Musicaneto (date of entry 03.07.2016): 7-17-27-out


8 giugno 2016

Al via il Rebel Content Tour 2016: Neil Young & Promise of the Real in Europa

Dopo le prime date di riscaldamento in America, è partito il tour Europeo di Neil Young & Promise of the Real, che toccherà anche l'Italia con 4 concerti a luglio. 
Nei primi due concerti a Glasgow e Belfast, la band ha riproposto una setlist simile per struttura a quelle dello scorso anno, con alcuni capisaldi tra l'apertura acustica ("After The Gold Rush", "Mother Earth" e altri) e le cavalcate torrenziali ("Words", "Down By The River", "Love And Only Love"). Minor spazio sembra essere stato lasciato ai brani da The Monsanto Years, l'ultimo e dibattuto album studio.
A riempire gli spazi tra una hit e l'altra troviamo ancora una selezione di brani più rari, che spaziano dagli esordi ai giorni nostri: "After The Garden" (Living With War, 2006), "I've Been Waiting For You" (Neil Young, 1969), "Out On The Weekend" e "Alabama" (Harvest, 1972), "Vampire Blues" (On The Beach, 1974), "Hold Back The Tears" (American Stars 'n Bars, 1977), "Peace Of Mind" (Comes A Time, 1978), "Mansion On The Hill" (Ragged Glory, 1991), "Western Hero" (Sleeps With Angels, 1994), "Seed Justice" (inedita dell'anno scorso, uscirà in versione live su Earth).

Tenete d'occhio qui tutte le setlist del Rebel Content Tour 2016 e qui i bootleg dei concerti.



Graham Nash in Italia: setlist dei concerti

Ecco le setlist (finora pervenute) dei concerti di Graham Nash in Italia questo giugno. Il musicista ha suonato tutta la setlist in acustico accompagnato dal chitarrista Shane Fontayne. Accanto ai numerosi successi da tutta la carriera (sia solista, sia come membro di Crosby Stills & Nash), Nash ha suonato diversi brani dal nuovo album This Path Tonight e alcune rarità vecchie o nuove come "House of Broken Dreams", "Oh! Camil", "Back Home" e "Mississippi Burning" (quest'ultima uscita come bonus track digitale del nuovo album).

Galleria fotografica

Lucca, Teatro del Giglio, 2 giugno 2016
  1. Bus Stop
  2. King Midas in Reverse
  3. Marrakesh Express
  4. I Used to Be a King
  5. Immigration Man
  6. This Path Tonight
  7. Sleep Song
  8. Myself at Last
  9. Wind on the Water
  10. Wasted on the Way
  11. Simple Man
  12. Taken at All
  13. Lady of the Island
  14. Mississippi Burning
  15. Back Home
  16. Golden Days
  17. Cathedral
  18. Our House
  19. Blackbird
  20. Teach Your Children

Como, Teatro Sociale, 3 giugno 2016
  1. Bus Stop
  2. King Midas in Reverse
  3. Marrakesh Express
  4. I Used to Be a King
  5. Immigration Man
  6. Sleep Song
  7. This Path Tonight
  8. Myself at Last
  9. Wind on the Water
  10. Wasted on the Way
  11. Simple Man
  12. Taken at All
  13. House of Broken Dreams
  14. Mississippi Burning
  15. Back Home
  16. Golden Days
  17. Cathedral
  18. Our House
  19. Chicago
  20. Blackbird
  21. Teach Your Children

Roma, Auditorium Palazzo della Musica, 4 giugno 2016
  1. Bus Stop
  2. Marrakesh Express
  3. I Used to Be a King
  4. Immigration Man
  5. This Path Tonight
  6. Myself at Last
  7. Wind on the Water
  8. Oh! Camil (The Winter Soldier)
  9. Right Between the Eyes
  10. Mississippi Burning
  11. Back Home
  12. Cathedral
  13. Our House
  14. Chicago
  15. Blackbird
  16. Teach Your Children

Trento, Auditorium Santa Chiara, 6 giugno

Napoli, Teatro Augusteo, 7 giugno

23 maggio 2016

Neil Young al Light Up The Blues 2016: setlist, foto e video


Si è svolto il 21 maggio l'annuale benefit concert Light Up The Blues for Autism Speaks che ha visto sul palco, tra gli altri, anche Neil Young e Stephen Stills (con i suoi The Rides). Questa la setlist:
1. Heart Of Gold (acustica)
2. Thrasher (acustica)
3. Out On The Weekend (acustica)
4. Human Highway (acustica, con Stephen Stills)
5. Mr. Soul (elettrica, con Stephen Stills e i The Rides)
6. For What It's Worth (elettrica, con Stephen Stills e i The Rides)
7. Rockin' In The Free World (elettrica, con Stephen Stills e ospiti)



Galleria fotografica


10 maggio 2016

La voce della natura: Neil Young parla di Earth

Si è svolta qualche giorno fa a Los Angeles l'anteprima di Earth, l'album in uscita a giugno di Neil Young + Promise Of The Real. Il rocker canadese ha parlato ai microfoni di alcune testate tra cui Rolling Stone per rivelare retroscena e commenti sul nuovo progetto, che ricordiamo essere una raccolta di canzoni incise durante il tour 2015, accomunate dalla tematica pro-ambiente, arricchite da sovraincisioni ed effetti sonori, e mixate in un flusso ininterrotto di 98 minuti di durata.
Ecco una sintesi degli interventi di Young.

"Ho scritto molte canzoni sulla situazione della salute della Terra dal mio punto di vista. Ma non ho mai incluso prima d'ora la sfera vivente. [...] Fare questo album è stato affascinante. I rumori degli animali ti fanno sentire bene. Sono tutti nella giusta intonazione. Non disturbano. Sono perfettamente intonati. Non siamo stati noi ad aggiustare l'intonazione, li abbiamo lasciati così. E' stato davvero avvincente. [...] C'è una grande quantità di amore in questo disco, e lo potete sentire in tutto ciò che contiene. Parla della vita.
Molta gente apporta correzioni e altre cose ai dischi dal vivo, e va bene. [...] Dal mio punto di vista suono meglio quando suono dal vivo. Anche in studio suono dal vivo proprio per questa ragione. In questo caso è andata così: ehi, abbiamo davvero un bel groove sul palco e lo abbiamo registrato. Usiamolo come se fosse una traccia in studio e usiamo il pubblico come effetto. Qualche volta non sai che c'è, altre volte si fa sentire. Poi ho pensato: quando si fa sentire, potrei inserire un paio di suoni di animali. Neanche si sente la differenza tra l'urlo di un coyote o l'urlo di qualcuno del pubblico. Quindi ogni tanto ce ne ho infilato uno così per scherzo, per sentire come suonava. E suonava fantastico. [...] Ecco qual'è il tema di questo progetto: ricordarci che ci sono. Anche mentre noi combattiamo le guerre, i grilli continuano a cantare. [...] Ho usato dei bravissimi cantanti per aumentare il coro armonico in alcune canzoni. Sapevo di aver bisogno di un sound commerciale per le voci. Abbiamo trovato i migliori cantanti a Los Angeles e quelli hanno formato il loro gruppo, e io ho lavorato con loro dicendo dove dovevano cantare.
Molte persone che hanno ascoltato l'album mi hanno detto che è stata un'esperienza meditativa. Li ha rilassati e li ha fatti perdere... Perché non si interrompe mai, non c'è modo di capire cos'è finché non ci si immerge senza uscita.
Mi piace l'alce. E mi piace la balena. Ma adoro i grilli. Cantano e cambiano il ritmo e hanno tutte quelle cadenze. E il corvo. Il corvo è il commentatore. Quando succede qualcosa nel testo, lui reagisce. Lui ascolta le parole."
(Fonte Thrasherswheat)

5 maggio 2016

Neil Young + POTR, alcuni concerti negli States: setlist e video

Si è aperto il Rebel Content Tour 2016 di Neil Young + Promise of the Real con alcuni concerti negli States, prima di approdare a giugno in Europa per la parte più attesa del tour.
Nelle setlist di queste prime serate sono apparse alcune rarità come "Revolution Blues" (prima esecuzione dal 1987), "Pocahontas", "One Of These Days" e "Are There Aymore Real Cowboys?", quest'ultima a sorpresa in duetto con Willie Nelson (durante lo show di New Braunfels). Ma ci sono state anche lunghissime jam: "Cortez The Killer" da oltre 20 minuti, "Love And Only Love" e "Down By The River" da oltre 30 minuti (New Orleans).
Queste le canzoni suonate:

After The Gold Rush
Heart Of Gold
The Needle And The Damage Done
Long May You Run
Mother Earth (Natural Anthem)
Out On The Weekend
Unknown Legend
Someday
Comes A Time
Are There Any More Real Cowboys?
Okie from Muskogee [cover]
Walk On
Words
Down By The River
Seed Justice
Country Home
Monsanto Years
Love And Only Love
Revolution Blues
Pocahontas
One Of These Days
Powderfinger
Fuckin' Up
Roll Another Number
Western Hero
Cinnamon Girl
Rockin' In The Free World
Cortez The Killer

Ricordiamo che tra poco più di un mese uscirà lo speciale album dal vivo Earth.






2 maggio 2016

Il catalogo di Neil Young disponibile in streaming su Tidal

Sulla piattaforma di streaming musicale Tidal è ora disponibile il catalogo completo di Neil Young (inclusa la serie Archives e inclusi i dischi del periodo Geffen). Curioso, dal momento che l'anno scorso Neil si era eliminato dallo streaming sulle comuni piattaforme come Spotify. Tidal, a differenza di altre, permette uno streaming di alta qualità (con un abbonamento a prezzo superiore), tuttavia al momento il catalogo younghiano è presente solo nella fascia standard.
Vedremo come si evolve la cosa. Intanto i fan possono sospirare di sollievo e trovare la musica della folk-rock star canadese almeno su Tidal.


1 maggio 2016

Human Highway e Rust Never Sleeps in dvd e bluray

Dopo la proiezione nei cinema americani, l'anno scorso, delle versioni rimasterizzate in digitale di Human Highway e Rust Never Sleeps, finalmente i due film sbarcano in home-video nel duplice formato dvd e bluray.
Il primo è una "commedia surreale anti-nucleare" uscita nel 1982 e fuori catalogo dopo una fugace apparizione in videocassetta negli anni 90. Il secondo è l'arcinoto flm-concerto con i Crazy Horse del 1979 già uscito qualche anno fa in dvd. Entrambi sono diretti da Young con lo pseudonimo di Bernard Shakey.
La data di uscita prevista è il 10 giugno. Non ci sono informazioni su eventuali contenuti extra.



29 aprile 2016

Stephen Stills, esce il nuovo album con The Rides: Pierced Arrow

Il secondo album dei Rides, la formazione rock & blues costituita da Stephen Stills, Kenny Wayne Shepherd e Barry Goldberg, esce (un po' in sordina) il 6 maggio prossimo. Il titolo è Pierced Arrow ed era atteso già dall'anno scorso. L'album conterrà 10 canzoni (in gran parte materiale inedito) tra le quali "Virtual World" di Stills, che ha già debuttato dal vivo in varie occasioni nel corso del 2015.
Il disco esce in cd, vinile e in digitale sulle principali piattaforme (tra cui Amazon e iTunes).

Tracklist:
1. Kick Out Of It
2. Riva Diva
3. Virtual World
4. By My Side
5. Mr. Policeman
6. I've Got To Use My Imagination
7. Game On
8. I Need Your Lovin'
9. There Was A Place
10. My Babe

Video promozionale direttamente dal canale Youtube di Shepherd:


Earth: tracklist e uscita del nuovo live album

Il nuovo disco di Neil Young e i Promise Of The Real uscirà il 17 giugno per la Reprise Records. Il sito Trasherswheat ha diffuso cover e tracklist.
Le 13 canzoni che compongono l'album sono tratte dai concerti del Rebel Content Tour 2015: non è quindi un album studio come era sembrato dai primi annunci, ma l'assemblaggio di tracce live con l'aggiunta di sovraincisioni musicali e suoni d'ambiente. La premiere dell'album avverrà il 6 maggio al Natural History Museum di Los Angeles durante una serata chiamata An Evening With Neil Young.
Ecco la scaletta e la copertina:

1. Mother Earth (da Ragged Glory)
2. Seed Justice (inedita conosciuta come I Won’t Quit)
3. Country Home (Ragged Glory)
4. The Monsanto Years (The Monsanto Years)
5. Western Hero (Sleeps With Angels)
6. Vampire Blues (On The Beach)
7. Hippie Dream (Landing On Water)
8. After The Gold Rush (After The Gold Rush)
9. Human Highway (Comes A Time)
10. Big Box (The Monsanto Years)
11. People Want to Hear About Love (The Monsanto Years)
12. Wolf Moon (The Monsanto Years)
13. Love & Only Love (Ragged Glory)



27 aprile 2016

This Path Tonight in classifica

Prima settimana in classifica per il nuovo album di Graham Nash.
 
Belgio (Fiandre): 43 
Belgio (Vallonia): 63 
Germania: 48 
Italia: 34 
Norvegia: 27 
Olanda: 22 
Spagna: 69 
Svezia: 58 
Svizzera: 57 
U.K.: 41
U.S.A.: 93 

Ringraziamo Luca "Borderwolf" Vitali

23 aprile 2016

Neil Young + POTR in Europa: le date del tour 2016

Ecco le date finora a calendario per l'imminente Rebel Content Tour europeo di Neil Young + Promise of the Real.

April 26 - New Braunfels, TX, Whitewater Amphitheatre
April 28 - Nashville, TX, Ascend Amphiteater
April 29 - Memphis,TN, Beale Street Music Festival
May 1 - New Orleans, LA - Jazz & Heritag festival
June 5 - UK, Glasgow, The SSE Hydro
June 7- UK, Belfast, SSE Arena
June 8 - Ireland, Dublin, 3Arena
June 10 - UK, Leeds, First Direct Arena
June 11 - UK, London, The O2 Arena
June 13 - France, Lille, Zenith Arena
June 15 - France, Lyon, Halle Tony Garnier
June 16 - France, Marseille, Le Dome
June 18 - Spain, Madrid, Mad Cool Festival
June 20 - Spain, Barcelona, El Poble Espanyol
June 21- France, Toulouse, Le Zenith
June 23 - France, Paris, AccorHotels Arena
June 24 - Belgium, Antwerp, Sport Palais
July 1- Denmark, Roskilde, Roskilde Festival
July 3 - Finland, Helsinki, Hartwall Arena
July 5 - Sweden, Rattvik, Dalhalla
July 7 - Norway, Larvik, Stavernfestivalen
July 9 - Netherlands, Amsterdam, Ziggo Dome
July 13 - Italy, Piazzola, Anfiteatro Camerin
July 15 - Italy, Rome, Bath of Caracalla
July 16 - Italy, Lucca, Lucca Summer Festival - Piazza Napoleone
July 18 - Italy, Milan, Estathé Market Sound
July 20 - Germany, Leipzig, Völkerschlachtdenkmal Open Air
July 21 - Germany, Berlin, Waldbuhne 21
July 23 - Austria, Linz, Castle Clam

Segnaliamo le nostre pagine Facebook per i concerti italiani... partecipate numerosi!
- Neil Young Concerti Italia 2016 (evento)
- Neil Young Concerti Italia 2016 (gruppo)

18 aprile 2016

E' uscito This Path Tonight di Graham Nash

Graham Nash ha finalmente pubblicato This Path Tonight, il suo nuovo album, un lavoro intimo e denso sia da un punto di vista sonoro che compositivo.

1. This Path Tonigh
2. Myself At Last
3. Cracks In The City
4. Beneath The Waves
5. Fire Down Below
6. Another Broken Heart
7. Target
8. Golden Days
9. Back Home
10. Encore

L'album è disponibile in vari formati: cd e vinile standard, cd+dvd Amazon deluxe (il dvd contiene 20 canzoni dal vivo), edizione digitale deluxe (sia Amazon che iTunes) che include 3 bonus tracks:
Mississippi Burning
Watch Out For The Wind
The Fall

Le prime recensioni d'oltreoceano parlano molto bene dell'album.
Boston Globe (voto 8): "Con il produttore Shane Fontayne che fornisce ampiezza e tensione alla musica, il primo album di inediti di Nash dopo 14 anni è segnato dalla speranza e dall'ombra della perdita."
Rolling Stone (voto 7): "Il rassegnato esistenzialismo di Nash calza bene in questo essenziale, nuovo set di canzoni."
Qui l'intervista di Rockol a Nash sul disco.
Se non lo sapevate, Nash ha suonato alcune delle nuove canzoni in anteprima in diretta a Webnotte.


13 aprile 2016

Earth sarà un viaggio di 98 minuti


Il sito Rusted Moon ha pubblicato qualche anticipazione del nuovo album, previsto per giugno.
Earth sarà un viaggio musicale di 98 minuti e 13 canzoni senza interruzioni. I brani saranno rivisitazioni di classici di Young.
"Earth è una collezione di 13 canzoni scritte durante la mia vita e che parlano del vivere insieme qui sul nostro pianeta." dice Neil.
Come anticipato, l'album è stato registrato con i Promise of the Real.




18 marzo 2016

Graham Nash ospite a Webnotte: anteprima di This Path Tonight

Graham Nash è stato ospite della trasmissione Webnotte di Ernesto Assante, durante la quale si è esibito insieme al chitarrista Shane Fontayne presentando in anteprima alcuni brani del suo nuovo album This Path Tonight: la title-track, "Golden Days" e "Myself At Last". Ha suonato anche i classici "Simple Man" e "Teach Your Children".
Qui la puntata integrale.

 http://video.repubblica.it/rubriche/webnotte/webnotte-ottava-puntata-integrale/232330/231967

10 marzo 2016

Mai più CSN? Secondo Nash, il gruppo si è sciolto

Da Rockol.it

Non è la prima volta che lo sentiamo annunciare: la storia del supergruppo - nell'incarnazione a tre o a quattro, con Neil Young - è punteggiata di addii spesso polemici e di ricongiungimenti inattesi. In ottobre Neil Young aveva fatto sapere di non avere più niente in comune con i suoi tre colleghi, suscitando l'ironico commento di David Crosby: "E' un'ovvietà, come dire che in Tibet ci sono delle montagne. Lo sappiamo, Neil. Lo sapevamo già".
Questa volta è Graham Nash - con una tempistica spiacevolmente vicina all'uscita del suo nuovo album da solista, This Path Tonight, in pubblicazione per il 15 aprile - a far sapere che è tutto finito, e che la colpa del definitivo scioglimento di Crosby, Stills & Nash è da addebitarsi ai due anni di litigio che lo hanno visto contrapposto a David Crosby.
Chi ha letto Wild Tales, l'autobiografia dell'ex Hollies, ha appreso - ammesso che sia tutto vero - che Nash ha più volte speso tempo denaro e attenzioni per aiutare l'amico Crosby in difficoltà; adesso Graham dice di non poterne più di essere trattato male dal suo (ex)amico. "Mi chiedete se c'è futuro per Crosby, Stills & Nash? La mia risposta è no, e questo mi rattrista molto, dato che insieme siamo davvero bravi. Ma ora come ora non mi piace David Crosby. Negli ultimi due anni si è comportato molto male con me, davvero molto male. Gli sono stato vicino e spesso gli ho salvato il culo per 45 anni - e lui mi tratta come una merda. E questo non può farmelo nessuno, soprattutto non può farmelo nessuno per più di una volta. David continua a mandarmi email stronze e cattive, e io ne ho abbastanza. Vada affanculo". 


3 marzo 2016

Earth: nuovo album per Neil Young

È notizia di questi giorni che Neil Young sia in studio per completare un nuovo album dal titolo Earth e intenda pubblicarlo entro pochi mesi, prima di imbarcarsi nel tour europeo con i Promise of the Real (anche in Italia per 4 concerti).
Il titolo non lascia dubbi: il disco porterà avanti la tematica ambientale e anti-sfruttamento che il canadese ha molto a cuore e che è già stata protagonista di concept album come Greendale, Fork in the Road e l'ultimo The Monsanto Years.
Ma l'album, inciso ancora con i Promise, prenderà una direzione diversa. Ecco come lo introduce Neil: "Sento di stare facendo qualcosa di completamente nuovo. Non è solo musica. È un paesaggio musicale. È come fluttuare a occhi chiusi ascoltando le cose. Somiglia a un grande show radiofonico senza interruzioni. Le  canzoni sono troppo lunghe per iTunes. È come un live ma di fatto non lo è. Immagina che il pubblico sia pieno di tutte le cose viventi della Terra: tutti gli animali, insetti, anfibi, uccelli..."

15 febbraio 2016

C, S, N & Y: ecco tutta la musica che ci è stata "promessa"

Anni fa il sito 4 Way Site, dedicato al supergruppo Crosby Stills Nash & Young, stilò un elenco delle pubblicazioni annunciate dai quattro membri (sia nell'ambito delle discografie "di gruppo" sia di quelle soliste) come imminenti o future, ma di cui poi non si è saputo più niente. Abbiamo portato avanti l'elenco negli anni (vedi questa vecchia news, e anche quest'altra), aggiornandolo con le novità effettivamente pubblicate e le altre annunciate... e anzichè diminuire, l'elenco si è allungato!
Ecco a voi l'ultimo upgrade delle "promesse" di CSN&Y.

Stephen Stills
- The Rides, Bad To The Bone: il secondo album della sua blues-band con Shepherd e Goldberg è stato annunciato all'inizio del 2015 come di imminente pubblicazione, poi non ci sono stati ulteriori aggiornamenti.
 - Due nuovi cd con materiale d'archivio; annunciati da Stills nel 2011 senza altri dettagli.
- Album inedito di Stills & Hendrix; dato per pronto da John McDermott (archivista di Hendrix) e contenente brani dell'album di Stills del 1970 (una sola traccia è emersa nel box set Carry On di Stills).
- Manassas, disco di materiale inedito; annunciato anni fa senza altri dettagli.
- Nuovo disco solista; Stills ha annunciato nuove canzoni nel 2009, dopodiché non è emerso altro.
- Autobiografia: dopo Young e Nash, anche Stills sta ultimando un libro di memorie; nessuna informazione è ancora emersa riguardo la pubblicazione.

Graham Nash
- Imminente (aprile 2016) la pubblicazione del suo nuovo album solista This Path Tonight.

Crosby & Nash
- Album di beneficenza con ospiti; annunciato nel 2012 senza altri dettagli.
- Live acustico tratto dal tour del 1993; annunciato nel 2012 senza altri dettagli.
- Live San Francisco 1974; annunciato da Nash nel 2000 e, presumiamo, finito nel dimenticatoio.

CSN
- Disco di cover (brani di Bob Dylan, Rolling Stones, Beatles, Grateful Dead...): i problemi di produzione e gli altri impegni hanno causato la sospensione a tempo indeterminato del progetto, ma stando alle ultime interviste del 2015 l'intenzione del trio sarebbe quella di concludere.
- Nuovo album di materiale inedito: non è stato annunciato ufficialmente ma dalle ultime interviste del 2015 trapela l'intenzione di realizzare un altro album insieme.

CSNY
- Live Fillmore 1970; il dvd completo della performance era stato annunciato nel 2008, poi non è stato più menzionato.
- CSNY2K Live: cd+dvd del tour di reunion del 2000 annunciato ai quei tempi e poi - secondo lo stesso Nash - passato in secondo piano a causa di altri progetti; ergo, ce lo possiamo dimenticare.
- Nuovo disco; sempre che i propositi fossero reali, risalgono al 2010 prima di Le Noise; possiamo considerarlo un rumour senza seguito.
- Dejà Vu expanded: Nash nel 2014 ha dichiarto di voler preparare un'edizione arricchita del celebre album, con i take originali dei brani e materiale inedito. L'assiduo lavoro di Nash sugli archivi del gruppo (che ha portato ad esempio al tanto atteso box set CSNY 1974) potrebbe far ben sperare.

Neil Young
- Archives Vol.2: il secondo box dei famigerati Archivi conterrà "molte Performance Series" stando a quanto detto da Archives Guy (il portavoce sul web del team Archivi) in un'intervista del 2014. Sono stati annunciati i cd live dai tour di Time Fades Away e Tonight's The Night (1973), e il live Odeon/Budokan (Crazy Horse 1976). Oltre a questi, sono stati annunciati gli album inediti Oceanside/Countryside, Chrome Dreams e Homegrown (anche per una pubblicazione stand-alone in vinile). In generale, l'anticipazione è che il contenuto inedito sarà più vasto rispetto al Vol.1. Nel 2014 Young ha dichiarato che la preparazione del Vol.2 era ormai nella fase finale, ma non ci sono stati aggiornamenti in merito; ha anche detto che gli altri volumi (almeno il Vol.3) sono in produzione contemporaneamente al secondo, quindi la loro uscita sarà più veloce (ma d'altra parte nel 2009, dopo il Vol.1, aveva dato per certo che in due-tre anni sarebbe arrivato il Vol.2: ormai ne sono passati sette).
- Original Performance Series vol.5-8 in cd: la Ditch Trilogy più Zuma rimasterizzati in box set sono usciti in vinile a fine 2014; era lecito aspettarsi nel 2015 il box in cd, ma ancora niente.
- Toast: disco inedito del 2001 con i Crazy Horse, annunciato già da alcuni anni e slittato a data da definirsi.
- Alchemy Film: il tour del 2012-13 dei Crazy Horse è stato filmato (incluso il concerto di Roma del 2013) per creare il terzo episodio di un'ideale trilogia del Cavallo (dopo Rust Never Sleeps e Weld); in seguito al tour non s'è più fatta menzione di questo progetto.
- Early Daze: antologia che Neil dava per pronta nella sua biografia Waging Heavy Peace, incentrata sulle prime incisioni dei Crazy Horse con materiale inedito (assente in Archives Vol.1).
- Human Highway bluray: il film è stato presentato al Toronto Film Festival nel 2014 in edizione rimasterizzata e director's cut, annunciato per l'uscita successiva in home video; ancora non si è visto.
- Album live, soundtrack dei due film di Jonathan Demme, Heart Of Gold e Journeys: il primo tratto dai concerti al Ryman Auditorium del 2005 con il materiale di Prairie Wind, il secondo dal tour di Le Noise del 2010. Rumoreggiati all'epoca ma mai confermati.
- Neil Young Trunk Show: il secondo film della trilogia younghiana di Jonathan Demme è ancora inedito in home video.
- Album delle session con i Promise Of The Real: nel periodo in cui è uscito The Monsanto Years, nel 2015, Neil ha dichiarato che gli piacerebbe pubblicare il cd delle sessions di prova dove lui e la band hanno suonato alcuni classici del suo repertorio (alcuni filmati sono apparsi su Youtube).
- Romanzo: dulcis in fundo, Young ha dichiarato, in occasione dell'uscita del suo secondo libro di memorie Special Deluxe nel 2014, di essere al lavoro su un romanzo di fantascienza.


27 gennaio 2016

Neil Young & POTR, show privato a Parigi: setlist e video

Neil Young & Promise of the Real hanno tenuto un concerto privato al Théatre Mogador di Parigi, lunedi 25 gennaio, organizzato dal miliardario Eduardo Carmignac, che ha anche partecipato alle canzoni. Ecco la setlist dell'evento, che ha visto per la prima volta dal vivo il medley "Till The Morning Comes / Cripple Creek Ferry" e una cover di "La vie en rose".

1. After The Gold Rush
2. Heart Of Gold
3. Long May You Run
4. Mother Earth (Natural Anthem)
5. Out On The Weekend
6. From Hank To Hendrix
7. La Vie en rose
8. Wolf Moon
9. Till The Morning Comes*
10. Cripple Creek Ferry
11. Unknown Legend
12. Ambulance Blues
13. Harvest Moon
14. Words
15. Winterlong
16. People Want To Hear About Love
17. Everybody Knows This Is Nowhere
18. Love And Only Love
19. Fuckin' Up

*debutto

25 gennaio 2016

Graham Nash in Italia nell'estate 2016 - aggiornato


Quest'anno Graham Nash rilascerà il suo nuovo album solista, This Path Tonight, e farà un lungo tour in varie parti del mondo toccando anche l'Italia. Ecco le date del minitour italiano. La prevendita sarà disponibile a breve presso Ticketone.
  • 2 giugno 2016: Teatro del Giglio, Lucca
  • 3 giugno 2016: Teatro Sociale, Como
  • 4 giugno 2016: Auditorium Parco della Musica, Roma
  • 6 giugno 2016: Centro Servizi Culturali, Trento
  • 7 giugno 2016: Teatro Augusteo, Napoli

16 gennaio 2016

Human Highway e Rust Never Sleeps nei cinema americani

Il 29 febbraio prossimo, negli Stati Uniti una rete di cinema selezionati proporrà An Evening With Neil Young, una serata di 3 ore e mezzo dove saranno proiettati due lungometraggi di "Shakey": Human Highway, la commedia surreale del 1982 da poco restaurata, il celebre film-concerto Rust Never Sleeps del 1979 e, infine, una sessione di interviste a Young e al cast di Human Highway (Charlotte Stewart, Russ Tamblyn e Gerald Casale dei Devo) moderata dal giornalista e regista Cameron Crowe.

Altre info qui.